Trama (r)esistente: presentazione a Roma con Ratigher

di Daniela Odri Mazza
Roma, 12/4/2012
Arrivo che ho bisogno di un caffè, ma sono in tempo, ci sta tutto. Intanto arriva la gente, prende qualche minuto per curiosare tra gli scaffali della fumetteria Quattro dita, a Roma, quartiere San Lorenzo, la presentazione inizia tra poco. Conosco bene Tramal’ho amato al primo sguardo sulla copertina e l’ho letto un sacco di volte. Dentro c’è anche il mio (anti)eroe, il bimbo fango, uno dei personaggi più interessanti apparsi nei fumetti italiani di questi anni zero, secondo me.
A parlare, Ratigher, l’autore, accompagnato da Chiara di Domenico, che inizia la conversazione. Io prendo posto, loro snocciolano una dietro l’altra tutte le belle curiosità che ti fanno apprezzare Trama, sia se non lo conosci sia sai già tutto di lui: a partire dal titolo, che porta già dentro di se una specie di “in bocca al lupo” per una futura edizione americana, nella curiosità –  predisposta ad arte – di un nome storpiato Trama/Drama, che rimane impresso alla gente. Per spiegarmi, un pò come se un tuo amico di chiamasse Siuseppe e non Giuseppe. No, proprio Siuseppe. Ma questa è un’altra storia, e Ratigher la racconta meglio di me.
Le chiacchiere che si intrecciano ai fili di questa Trama insomma filano copiose e divertenti. C’è tempo e modo di infilarci, in ordine sparso: il male, la carnalità, l’odio di classe, i boy scout, i classici della letteratura – ovvero i libri “scritti da quelli morti da un pezzo” – i fumetti sull’iPad, i thriller e il loro schema classico con il colpo di scena a fine di ogni capitolo – così continui a leggerlo –  l’horror, la musica e la filosofia, le sigarette e il peso di una testa mozzata, che – udite, udite – equivale più o meno al peso di una banale busta della spesa, che facciamo tutti i giorni (domani al supermercato riuscirete a non pensarci mentre portate via la spesa?)
E così tra mille amenità e serietà (che ci stanno tutte nei fumetti) Eros e Thanatos – come dicono le persone di una certa levatura – si rimettono insieme le fila di questa fichissima avventura (domande dal pubblico comprese) e l’autore garantisce di essere già al lavoro sul suo prossimo graphic novel.
Se c’è un pensiero che ho condiviso fortissimo con Ratigher stasera è stato quando ha affermato il suo desiderio/bisogno verso forme culturali che obblighino a riflettere (un pò di più del solito). Lo auguro a tutti, di trovare qualcosa che vi faccia soffermare, dedicarvi del tempo, e farvi del bene.
Annunci

Una risposta a “Trama (r)esistente: presentazione a Roma con Ratigher

  1. Pingback: ce l’hai il limone, giovane!!! «

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...