Bilbolbul 2012

di Andrea Queirolo

Da domani fino a domenica 4, sarò a Bologna per partecipare alla sesta edizione di Bilbolbul, il miglior festival di fumetto italiano.

Questa è la quarta volta di fila che ci vado. Ricordo quello del 2009 come uno degli eventi legati al fumetto più interessanti di sempre, con la presenza di importanti autori internazionali e non solo (vedere per credere). Forse, negli anni, la maestosità del festival è un po’ scesa o, più probabilmente, sono stati i fondi a scendere. Poco importa, Bilbolbul è un evento essenziale, che rimane costantemente al primo posto nella mia personale classifica delle fiere. Si, anche davanti a Lucca – l’edizione del 2011 è stata una delle più deludenti a cui abbia mai partecipato. Principalmente, una città come Bologna ha da offrire molto di più di tante altre e per un festival del genere è una location perfetta.
E’ città vera, ma ha un centro raccolto che permette di raggiungere i vari luoghi tranquillamente a piedi. E’ una città ospitale e piena di giovani. Inoltre, fumettisticamente parlando, è da sempre una delle città italiane più produttive e innovative. Certo, non posso negare che poi a Bologna ci vado volentieri anche solo per mangiare, ma…

Mi stupisco che una manifestazione importante come Bilbolbul non venga menzionata dai principali siti di informazione sul fumetto italiani. Per fare due esempi ne Comicus, ne Mangaforever hanno dedicato una pagina all’evento.

Michele Ginevra approfondisce parte della questione sul suo blog.

Che Bilbolbul non sia una manifestazione commerciale a cui partecipano gli editori è anche vero, ma da qui a non prenderla in considerazione mi sembra un tantino sbagliato…

Se riesco proverò ad aggiornarvi come lo scorso anno, a chi ci va invece auguro buon festival.

Annunci

10 risposte a “Bilbolbul 2012

  1. Grazie Andrea per aver segnalato il mio intervento. Nel caso non fosse letto da chi legge questo tuo post, voglio solo precisare che citavo il giornale Comic-Soon e che ritenevo e ritengo in qualche modo fisiologico il crearsi di più mondi del fumetto tra loro separati. Per esempio BilBolbul viene in particolare seguito da lospaziobianco così come Comicus segue Mantova Comics. Sono manifestazioni che rappresentano idee diverse di fumetto, tra loro in costante allontanamento. Non sono stupito per questo fenomeno che ha i suoi presupposti.

  2. ciao michele, mmm aggiusterò un po’ il tiro allora.
    comunque io invece stupito lo sono, perchè si, lo spazio bianco segue bilbolbul e comiucus segue mantova, ma se un sito è d’informazione perché non menzionare l’evento bilbolbul che è di primaria importanza?
    almeno pubblicare un comunicato stampa…

  3. Il problema nasce forse dalle media partnership che vengono viste erroneamente come incompatibili con altri siti di informazione. Tra i media partner di bilbolbul c’é lospaziobianco e qualcun’altro non cita l’evento perché forse si pone in relazione di concorrenza. E’ una cosa assurda perché viene penalizzata l’informazione generale. La stessa cosa capita con altre manifestazioni. Rilevo invece che il sito fumettodautore, nonostante sia legato da media partnership ad alcune fiere, non manca di dare notizia su bilbolbul e altri eventi come romacomics, anch’esso penalizzato da altri siti.

  4. le mediapartnership, più o meno sensate e riuscite, non sono casuali. poi può capitare che i comunicati stampa non vengano inviati a tutti. poi c’è il tema dell’informazione di settore curata soprattutto da volontari. e infine i fumetti stanno prendendo strade diverse. non è detto che sia un male.

  5. Se un ufficio stampa non riesce a individuare gli unici 4 o 5 siti di fumetto esistenti per mandare un comunicato é un po’ grave. Così come il fatto che questi siti sono curati da volontari, per quanto appassionati e bravi, significa che manca di professionalità il settore dell’informazione fumettistica. In ogni caso chi fa informazione deve essere bravo anche a cercarsi le notizie. Se io so che a Bologna c’é un evento importante e non ho un comunicato da pubblicare, chiamo l’ufficio stampa o me lo procuro in rete… sempre se ci tengo a dare un’informazione completa ai miei lettori.

  6. io sono d’accordo con stefano, i siti sono quelli, non si scappa.

  7. certo, ineccepibile. uno deve anche essere bravo.

  8. hai linkato le dediche del 2009

  9. Per esperienza diretta, posso dirvi tranquillamente che spesso i siti che citate non pubblicano i comunicati stampa, spesso si, ovviamente le varie redazioni sono libere di pubblicare solo i comunicati che ritengono opportuni. Non so in questo caso come siano andate le cose, ma i comunicati non vengono pubblicati da tutti.

  10. Pingback: Bilbolbul 2013 (e il suo tabù) | Conversazioni sul Fumetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...