James Sturm e il boicottare la Marvel

di Andrea Queirolo

James Sturm

“Date a Kirby quel che è di Kirby”, così recita da anni gran parte del fandom mondiale nei confronti della Marvel.

L’annosa vicenda sul riconoscimento dei diritti che spetterebbero agli eredi di Jack Kirby è un caso su cui alcuni fumettisti affermati hanno detto la loro da parecchio tempo.
Proprio ieri James Sturm (Market Day, Americana) è tornato alla carica con un articolo su Slate, invitando tutti a boicottare il prossimo film sui Vendicatori.
Sturm si chiede se la Marvel all’epoca, senza le invenzioni di Jack Kirby, sarebbe stata in grado di continuare la propria esistenza o se fosse stata costretta a chiudere i battenti come molti altri editori del calibro della Dynamic Publications e della Standard Comics.

Già altri autori come Seth e Steve Bissette si erano schierati a favore del boicottaggio dei prodotti Marvel legati a Jack Kirby e oggi spunta anche una petizione online, sempre contro la Casa delle Idee (di Jack Kirby aggiungerei io) per riconoscere la proprietà dei personaggi a Kirby e per il pagamento delle royalty ai suoi eredi.

La domanda è molto facile e un po’ tutti l’abbiamo pensata prima o poi: sarebbero esistiti oggi i personaggi degli X-Men, dei Vendicatori, di Hulk, di Thor, di Capitan America con amici e nemici connessi senza il genio creativo di Jack Kirby?

Meditate gente, meditate.

James Sturm

Advertisements

8 risposte a “James Sturm e il boicottare la Marvel

  1. Io dal basso della mia ignoranza proporrei anche un’altra riflessione: ma è giusto che delle persone ricevano del denaro per cose che non hanno fatto, ma solo per il fatto di essere parenti di un autore?…

  2. domanda lecita ma, di contro, è giusto che la Marvel sfrutti tutti i personaggi creati o co-creati da kirby senza riconoscergli le royalty? (poi siccome è morto lui i soldi non ne vede, questo è chiaro, ma quando era in vita non è che fosse contento della cosa eh)

  3. il commento di G.T. lascia proprio senza parole. E’ la legge che lo dice: i parenti ricevono denaro, e dipende dal fatto che questi si dovrebbero curare dell’opera e difenderla dopo che l’autore è morto. Ma solo se questo diritto viene riconosciuto, appunto…

  4. Caro G.T. , se il tuo amato genitore, nel lasciare questa valle di lacrime, ti lascia anche una villetta che ha costruito col suo lavoro, e una parte di questa villetta è affittata a caro prezzo a dei signori che possono permetterselo, Tu rifiuteresti i proventi dell’ affitto per il solo fatto che apparterrebbero al de cuius?

  5. mah, la questione dei diritti secondo me non è proprio quella: un discorso è se i diritti possono passare a qualcun altro dopo la sua dipartita (marvel o parenti), un altro discorso è di quale sfruttamento di diritti debba godere la Marvel piuttosto che il creatore (o i suoi eredi).
    Per il primo io direi che possono passare, anche se non sono per niente d’accordo con la durata indicata dalla legislazione corrente (veramente troppo lunga, secondo me), per il secondo punto sarei a favore in linea generale per il godimento dell’autore/eredi, anche se i termini in dettaglio non li conosco.

  6. Giuliano Piccininno

    sul primo commento si potrebbe dire che si tratta di uno dei fondamentali elementi del diritto, ma la cosa sarebbe spiegabile anche umanamente. Se io autore (è un esempio, ma incidentalmente lo sono) investo del tempo in un lavoro creativo, rubandolo alla famiglia, al tempo libero ed a me stesso, mi auguro che questo costituisca un lascito per i miei cari, perlomeno fin quando sarà protetto dalla legge.
    Quanto al secondo punto la risposta sarebbe semplice: la Marvel non sarebbe la Marvel senza Kirby. Ma ci sono state delle circostanze irripetibili che hanno permesso quello sviluppo, date anche da un confronto di idee con altri eccellenti autori (vogliamo parlare di Steve Ditko?). Spesso queste “esplosioni creative” sono generate da dei contrasti anche duri fra le persone. Detto questo (e dato a Stan Lee il giusto merito di aver gestito abilmente il lavoro di eccezionali artisti), penso che l’irriconoscenza della Marvel verso Kirby sia ignobile e vergognosa.

  7. La risposta alla domanda se la Marvel sarebbe la stessa, oggi, senza l’apporto di Kirby è univoca: NO! Il mercato intero dei fumetti non sarebbe stato lo stesso.
    Se oggi esistessero comunque Vendicatori, X-Men e compagnia bella, non saprei. Il lavoro di Kirby anche sulle sceneggiature sembra ormai un dato di fatto accertato, ma Stan Lee, insieme a lui, sembra ancora essere riconosciuto come il creatore di tante serie e personaggi. La questione è difficile. Io però tornerei sempre alla radice. Se un autore (un disegnatore, uno sceneggiatore) accetta di lavorare per una casa editrice senza che gli venga riconosciuto alcun diritto futuro sulle opere sulle quali lavorerà, non dovrebbe lamentarsene poi dopo e l’editore in questione sarebbe comunque rispettoso nei confronti del contratto. Però il caso di Kirby è proprio atipico.

    Ci sarebbe però da fare poi lo stesso discorso per tanti altri autori. Sia del passato che del presente. Guarda il caso di Siegel e Shuster o anche quello di Alna Moore che hai trattato recentemente.

    Onestamente, il fatto di boicottare i prodotti Marvel solo oggi per il film dei Vendicatori (dopo tutti quelli realizzati in passato) non lo capisco e non so a cosa possa portare.
    Mi dà solo da pensare, però, che uno degli ultimi lavori di James Sturm sia stato proprio una miniserie per la Marvel (Fantastic Four – Unstable Molecules #1-4). Presumo quindi che allora, Sturm la pensasse diversamente.

    Detto questo, chiudo sottoscrivendo pari pari le ultime quattro righe di Giuliano Piccininno.

  8. Pingback: Al Feldstein e gli eredi di Harvey Kurtzman reclamano i diritti sui classici della EC | Conversazioni sul Fumetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...