L’opera di Alex Toth secondo Gil Kane

traduzione di Manuela Capelli

Questo apprenzamento sul lavoro di Alex Toth, scritto dal grande Gil Kane, è apparso per la prima volta all’interno del volume “The Art of Alex Toht” del 1977.

Alla fine degli anni ’40, i fumetti erano già passati attraverso la loro fase più creativa. La rottura dallo stile delle strip sui quotidiani avvenne quando gli albi a fumetti cominciarono a trovare la loro propria identità. E si svilupparono talenti individuali come Will Eisner, Jack Kirby, Jack Cole, Lou Fine, Jery Siegel, Joe Shuster, Bob Kane e Charlie Biro.

L’ultimo significativo cambiamento degli anni ’40 aveva visto il “realismo” dei gialli annientare le glorie del supereroe. L’enfasi era sul disegno realistico, che si era evoluto dalla storia “vera” e aveva fatto focalizzare l’attenzione dell’artista sul dettaglio naturalistico. La maggior parte degli artisti di fumetti, comunque era costituita da uomini senza una vera preparazione accademica e gli anni ’30 e ’40 vennero dedicati a imparare le tecniche di storytelling di questa nuova forma. Solo nel 1950 arrivarono a farsi sentire due distinte personalità. Una, Wally Wood, divenne il punto di incontro per tutti quegli artisti che pensavano in termini di bravura nel disegno, mentre la maggior parte degli altri risentì dell’influenza di Alex Toth. Toth aveva iniziato come artista alla Caniff, ponendo enfasi sulla caratterizzazione e il disegno.

Nel 1950 aveva superato tutte le sue influenze ed era diventato il miglior artista che i fumetti avessero mai avuto.

Toth introdusse nei fumetti le tecniche dell’illustrazione da rivista. La sua attenzione era concentrata sulla realizzazione dell’immagine e dei suoi elementi, il disegno, la composizione, il pattern, i valori tonali, la profondità di campo e la forma. L’indagine di Toth sulla forma e il disegno al massimo dell’economia, fecero salire il livello d’esecuzione artigianale dell’intero settore. Insieme a Eisner, ne fu il più importante maestro.

All’epoca, quando Kirby e il legittimo supereroe dominavano i libri di fumetti, Toth produceva ancora opere di estrema percettività. Toth non ha mai avuto lo sguardo popolare di Kirby, Frazetta o Wood, perché la bravura di questi uomini era infinitamente più attraente per i lettori di fumetti rispetto alle complesse sottigliezze e le astrazioni dello stile di Toth. In ogni caso, Toth insieme a Kirby, Eisner e Kurtman rappresenta l’élite dell’abilità artistica dei fumetti.

Ci vorrà un po’ prima che il livello di comprensione da parte della media dei fan dei fumetti raggiunga il pieno apprezzamento dell’opera di Toth, ma gli artisti oggi stanno gelosamente imparando da essa.

Annunci

Una risposta a “L’opera di Alex Toth secondo Gil Kane

  1. Ma quanto Toth c’è nel nostro amato Pratt? … Giusto un Toth!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...