Cosa comprare a Lucca Comics 2011

di Andrea Queirolo


Qualche consiglio personale sulle novità editoriali che ci saranno a Lucca quest’anno:

  • Allo stand Black Velvet, circondato dai Puffi, ci sarà Le straordinarie opere di Alan Moore di George Khoury. Curato dal nostro caro smoky man, è un libro dalla gestazione travagliata che finalmente vede la luce. Contiene una delle più lunghe ed esaurienti interviste a Moore di sempre, nonché diversi extra e storie inedite.
    Occhio anche al secondo volume di Cerebus.
  • Alla Bao ci sono diverse cose interessanti, su tutte Bone di Jeff Smith, che finalmente, dopo non aver mai capito il senso delle pubblicazioni italiane, riuscirò a leggere nella sua interezza. Attenzione anche al trittico di Makkox.
  • Da Coconino, se già avete Asterios Polyp, potete puntare su Io le pago, ultimo lavoro di Chester Brown, ma la scelta imprescindibile è la riedizione con nuova traduzione del capolavoro di Baru, Gli anni dello Sputnik. Ehi, c’è anche un nuovo volume di Guibert: Alain e i Rom, che sembra seguire le orme de Il Fotografo. Credo che presso lo stand sia anche disponibile Quaderni Russi, il nuovo libro di Igort.
  • La Hazard si porta dietro Kagemaru Den – La leggenda di un ninjia (1° di 4) di Sanpei Shirato, un’occhiata ce la darei.
  • Presso lo stand della Nicola Pesce c’è il saggio Eccetto Topolino: lo scontro culturale fra fascismo e fumetto, che mi sembra di notevole interesse e poi ovviamente l’adattamento del Coraline di Gaiman a opera di P. Craig Russell, sempre una gioia per gli occhi (ehi, il mio amico smoky lo ha intervistato QUA, mi era sfuggito!)
  • La Nona Arte pubblica una serie ragionata del Gaston di Franquin, un’opera obbligatoria.
  • I cani degli dei di Taniguchi esce per Panini, da quanto ho capito è il seguito di Blanca, perciò promette bene.
  • Dallo stand della Proglo dovete assolutamente comprare l’indispensabile saggio Il sistema fumetto di Thierry Groensteen.
  • Alla Lizard ci sta Thompson con Habibi e Taniguchi con Primavera.
  • Tunué pubblica un saggio interessante sul fumetto giapponese: Il manga. Fra i fumetti prenderei in considerazione Il cadevere e il sofà di Tony Sandoval e L’eroe di David Rubìn.
  • Canicola ristampa il bellissimo libro di Giacomo Monti, Nessuno mi farà del male e pubblica il nuovo di Marino Neri, La coda del Lupo.

Un mucchio di roba direte voi, ma questa è solo la minima parte di quello che potrete trovare sui banchi della fiera. La mia è ovviamente una panoramica molto personale, voi potreste essere interessati ad altro, ma secondo me questa è la roba da avere. Certo, è praticamente impossibile comprare tutto, a meno che di secondo nome non facciate Rockfeller o il vostro appellativo sia Cavaliere. Il mio consiglio è dare la precendeza ai volumi che sono accompagnati dalla presenza degli autori, in modo tale da farveli dedicare. In seguito ponderate bene e tenete sempre presente che i volumi potete ordinarli alla vostra fumetteria di fiducia.

Buona fiera.

2 risposte a “Cosa comprare a Lucca Comics 2011

  1. Grazie per i consigli, sono convinto che qualcosa di ciò che hai scritto lo comprerò anche io Andrea

  2. “Il sistema fumetto” sarà mio senz’altro 🙂