Echi di Tamburo da Napoli Comicon 2011

di Daniela Odri Mazza

Controcultura, riviste ciclostilate underground, fotocopiatrici, grafica sperimentale, movimento punk, avanguardia, violenza iperrealistica. Che cosa è rimasto dopo gli anni Ottanta? Pensieri che galleggiano nello spazio espositivo di Castel Sant’Elmo dedicato ad Echi di Tamburo, omaggio di Napoli Comicon 2011 al genio creativo di Stefano Tamburini, tra grafica, musica e fumetto.

Una selezione antologica dell’opera visionaria e sperimentale di questo innovatore e sperimentatore di linguaggi, a cura di Michele Mordente.
Da Cannibale (fondata con Marco D’alessandro e con Massimo Mattioli nel 1977) a Frigidaire (creata con Vincenzo Sparagna e Filippo Scòzzari nel 1980), passando per le avventure di Ranxerox (disegnate da Pazienza e Liberatore), le storie dell’Agente segreto Snake Agent e le critiche esplosive di Red Vinyle, nelle tavole e disegni originali, sceneggiature, storyboard, riviste e materiali d’epoca.

Advertisements

Una risposta a “Echi di Tamburo da Napoli Comicon 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...