Tintin negli incubi di Burns Parte 2

di Andrea Queirolo

Charles Burns è pronto per Halloween

Leggi le parti: 1 / 3 / 4 / 5 / 6

Leggi l’intervista inedita a Burns

E’ uscito in questi giorni in America X’ed Out, il nuovo libro di Charles Burns.
Precedentemente avevamo parlato dell’influenza che Hergè e il suo personaggio hanno avuto su Burns e il suo lavoro. Riprendiamo ora questo discorso proprio tramite le parole dello stesso autore che risponde ad un’intervista, forse la prima incentrata sul suo nuovo libro.

L’intervistatore accenna al fatto che X’ed Out possa essere visto come un “Black Hole incontra Tintin” e Burns dice:

C’è un po’ di quello. C’è sicuramente un’influenza molto forte di Hergé. Se si pensa allo stile franco-belga di creare fumetti in quel formato, il modo europeo di fare fumetti di 64 pagine, di 48. Un volume cartonato con personaggi fissi. Sono stato uno dei pochi bambini della mia generazione a crescere leggendo Tintin e questo su di me ha avuto un forte effetto, da qui posso riflettere e giocare con quelle idee.

Alla domanda sul perché avesse scelto di utilizzare il colore Burns risponde:

Ho sempre voluto fare un libro a colori. Immagino che derivi dalla lettura di Tintin quando ero un bambino. Prima che potessi effettivamente leggere, guardavo quei libri e li assorbivo. Ho cercato di fare qualcosa di differente, una sfida diversa. Quando mi sono approcciato ad un libro a colori ho voluto fare qualcosa che non fosse solo una versione colorata dei miei lavori in bianco e nero. Voglio veramente cercare di usare il colore come un modo per raccontare la storia […] C’è una parte del libro che è fatta di linee pulite, tratti aperti, che sono simili allo stile fumettistico franco-belga, dove il colore è sempre una parte fondamentale.

Parlando della serializzazione in tre volumi dell’opera, l’intervistatore chiede a Burns se X’ed Out sia concepito come i libri di Tintin, dove una storia finisce e si ricollega al volume seguente:

Assolutamente. All’inizio volevo fare solo due volumi e quello era il mio pensiero. Per esempio avresti Obiettivo Luna e Uomini Sulla Luna. Ce ne sono stati pochi altri. Il segreto del LiocornoIl Tesoro di Rakam il Rosso. Hai due volumi che sono distinti, ma che eventualmente raccontano una storia unica, come questo.
Sto aderendo a quella tradizione [riferito a quella franco-belga per la quale passano uno o più anni tra la pubblicazione di un volume e l’altro] .

Pagina tratta da “X’ed Out”

Annunci

7 risposte a “Tintin negli incubi di Burns Parte 2

  1. grazie matteo, ne riparleremo presto.
    andrea.

  2. Pingback: Tintin negli incubi di Burns Parte 3 | Conversazioni sul Fumetto

  3. Pingback: Un discorso su X’ed Out – Tintin negli incubi di Burns Parte 4 | Conversazioni sul Fumetto

  4. Pingback: Jhonny 23 – Tintin negli incubi di Burns Parte 5 | Conversazioni sul Fumetto

  5. Pingback: Tintin negli incubi di Burns Parte 6 | Conversazioni sul Fumetto

  6. Pingback: Tintin negli incubi di Burns | Conversazioni sul Fumetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...