Archivi tag: stan lee

Sulla morte delle superstar del fumetto

di Renato Asiatici

Da qualche anno a questa parte (per comodità facciamo circa nell’ultimo triennio) è in atto nel mercato americano un fenomeno silenzioso che continua a mietere vittime. Un genocidio perpetrato in silenzio, e che ha cambiato radicalmente il volto del fumetto di massa USA. La morte delle superstar fumettistiche.

01

Stan Lee insegna a disegnare, bontà sua

Continua a leggere

Intervista a Carmine Infantino

di Bryan D. Strout
traduzione di Manuela Capelli

Presentiamo oggi un’intervista a un grande del fumetto americano che purtroppo, recentemente, ci ha lasciato. Parliamo di Carmine Infantino, fumettista che nella sua lunga carriera non solo ha lasciato un’impronta importante come artista, ma che ha avuto un’importante ruolo nel percoso della DC Comics. L’intervista è tratta dal sito The Silver Lantern e si ringrazia Bryan D. Strout per averci concesso la ripubblicazione. -AQ

INFANTINO-CHARACTERS1

Continua a leggere

Intervista a Sal Buscema

di Bryan D. Stroud
traduzione di Andrea Pachetti

Recentemente si è festeggiato il settantasettesimo compleanno di “Our Pal” Sal Buscema, una delle colonne portanti della Marvel Comics dei tempi d’oro. Sebbene talvolta messa in ombra dall’imponente figura artistica del fratello John, la lunghissima carriera di Sal è piena di successi e storie importanti, soprattutto legate a Hulk e l’Uomo Ragno. In questa recente intervista l’autore ripercorre la sua storia, dagli esordi fino ai recenti lavori per la IDW. Si ringrazia Bryan D. Stroud del sito The Silver Lantern, che ha condotto e redatto l’intervista originale, per averne permesso la traduzione e la pubblicazione online. – AP

Continua a leggere

Immagine

Viral #3

STAN-LEE

Cinquant’anni di storia del fumetto americano analizzati tramite lo studio delle pettinature

La storia del fumetto americano degli ultimi 50 anni è, in realtà, la cronaca della lotta dell’uomo contro la calvizie. Se ci pensate bene, il fatto è ben documentato: dagli effervescenti trapianti/parrucchini di Stan Lee all’iconica calvizie di Eisner, dalla capigliatura selvaggia di Alan Moore alla rasatura completa di Grant Morrison (passando per le stravaganti pettinature dei ragazzacci Image e delle loro controparti Vertigo), il movimento fumettistico americano, nell’ultimo mezzo secolo, si è diviso fra la voglia di crescita in senso contenutistico e l’eterna lotta contro l’incipiente caduta dei capelli.

In questo senso, ogni decade dell’industria mainstream del fumetto è rappresentabile da uno stile diverso di pettinatura.

Continua a leggere

Vintage Stan Lee

Continua a leggere

Speciale 50 anni di Spider-Man – La prima apparizione di Peter Parker?

Il nostro speciale sul Ragno (QUA tutti i post) continua con una curiosità.

Continua a leggere

Speciale 50 anni di Spider-man – Come Stan Lee e Steve Ditko crearono Spider-Man

di Tonio Troiani

Il nostro speciale su Spider-Man (QUA tutti i post) continua con una breve storia tratta da “Amazing Spider-Man Annual #1″ del 1964, dove Stan Lee e Steve Ditko spiegano grottescamente come hanno creato l’Uomo Ragno.

Continua a leggere

Speciale 50 anni di Spider-Man – Peter Parker e Zia May nello Spider-Man di Steve Ditko

di Berry Pearl
traduzione di Tonio Troiani

Il nostro speciale per i 50 anni di Spider-Man (QUA tutti i post) continua con questo articolo di Berry Pearl tratto da Comic-Book Collectors Club, dove si cerca di capire zia May e l’uso che ne voleva fare il suo creatore.

Continua a leggere

Speciale 50 anni di Spider-man – La sequenza del sollevamento: il momento cruciale di Ditko su The Amazing Spider-man

di Nick Caputo
traduzione di Tonio Troiani

 Questo articolo, che fa parte del nostro speciale su Spider-Man, è apparso originariamente sulle pagine di Ditkomania # 76 e successivamente su Comic Book Collectors Club, a cui abbiamo riferimento per la traduzione.

 Nell’immaginario di tutti i fan del ragno, il climax dell’opera ragnesca di Ditko è rappresentata dal numero 33 di The Amazing Spider-man. Nick Caputo lo analizza  in maniera capillare rintracciando i tratti caratteristici della poetica del Salinger dei fumetti. 

Continua a leggere