Perché il ruolo di Jack Kirby non è stato riconosciuto nel film Argo di Affleck?

di Dee Dhara
traduzione di Manuela Capelli

Articolo tratto dal sito britannico dell’Huffington Post

ARGO

Se siete ferventi fan di Jack Kirby allora avrete probabilmente notato che il film ‘Argo’ di Ben Affleck non ha riconosciuto il coinvolgimento di Kirby nell’operazione canadese della CIA del 1979 raccontata nel film.

Questa missione di salvataggio sottocopertura coinvolse la creazione di un finto film e di una finta produzione cinematografica da utilizzare come scenario per portar via dall’Iran, durante una rivoluzione, sei dipendenti dell’ambasciata americana. Per il finto film furono effettivamente utilizzate le illustrazioni e la sceneggiatura autentiche che all’epoca avrebbero dovuto essere usate per girare un vero film.

Il concept art costituisce un elemento cruciale nel determinare la plausibilità della produzione di fronte alle autorità iraniane. In una delle scene più drammatiche di Argo, infatti, il concept art viene usato dal gruppo di fronte allo staff aeroportuale iraniano – indicando quanto abbia enormemente contribuito nel descrivere la grandiosa avventura narrata nel film di fantascienza. Allo stesso modo, un intenso momento del film dipende da un pezzo del concept art trattenuto come souvenir e così non inserito nei documenti confidenziali. Sfortunatamente, i pezzi utilizzati e presentati al pubblico in Argo sono piuttosto generici, insipidi e presumibilmente utili a indebolire la potenza di queste scene.

Non sorprenderebbe proprio se il concept art di Kirby fosse strumentale a convincere la CIA – fra tutti – a utilizzare un piano così bizzarro nel tentativo di salvare un gruppo di ostaggi dal trambusto politico in mezzo al quale si trovano.

I creatori di fumetti a volte trascorrono anni a sviluppare personaggi, scenari, storie ed effetti visivi. Molti fumetti famosi sono ispirati da idee relative alla filosofia e alla teologia; alcuni riflettono temi culturali e sociali – e questo vale soprattutto per Kirby – il che, sospetto, rese il ‘finto film’ decisamente più credibile agli occhi di coloro pronti a metterlo in dubbio.

Nel 1988 Kirby disse:

“Conosco il nostro esatto posto nell’Universo. Posso percepire la sua vastità dentro di me. Ad ogni effimero evento ho iniziato a comprendere che meraviglioso e fantastico posto sia l’Universo, e questo mi ha aiutato nei fumetti perché stavo cercando il fantastico. L’ho trovato in Thor. L’ho trovato in Galactus.”

1750111-fantastic_four_49

La storia L’arrivo di Galactus, presenta Galactus come un dio pronto a demolire i mondi e Silver Surfer come un vagabondo solitario incompreso e pauroso dell’umanità.

Per garantire la sua esistenza, Galactus vuole convertire gli elementi sulla terra in pura energia utilizzando un mortale convertitore, distruggendo il pianeta e tutto quanto esiste in esso.

Quando Kirby diede vita a Silver Surfer e Galactus ne venne fuori una sensazione biblica. Creò Galactus come quello che riteneva essere Dio.

“Tutti parlano di Dio, ma che diamine di aspetto ha? Be’, si suppone che sia fantastico, e Galactus per me è fantastico. L’ho disegnato grande e fantastico. Nessuno ha mai conosciuto l’entità dei suoi poteri e io penso che simbolicamente sia la nostra relazione con Dio.”

Proseguendo sul tema biblico, Kirby cominciò a creare un angelo caduto: Silver Surfer.

Il nome Galactus deriva dalle parole God e Galaxy; prima del suo arrivo sulla Terra, aveva cercato di divorare il pianeta Zenn-La. Gli Zenn-Laviani attraversarono l’’Età d’oro della ragione’, in cui sconfissero i problemi sociali. Ciò nonostante, Zenn-La era governata da macchine che rendono gli abitanti pigri – e quindi inutilizzabili per Galactus. Uno degli abitanti, Norrin Radd, si sacrifica a Galactus, diventando il suo messaggero: in cambio, Galactus promette di non colpire Zenn-La. Radd si unisce a Galactus nella sua ricerca e diventa Silver Surfer.

L’arrivo di Galactus su Zenn-la può essere interpretato come una specie di epifania quando tutti i progressi tecnologici di Zenn-La in un attimo si rivelano inutili e Radd si sacrifica per salvarla.

Alla fine della storia, Galactus si confina sulla terra, proprio come l’angelo caduto.

Secondo lo Gnosticismo, gli esseri umani sono anime divine intrappolate in un mondo rovinato dal possesso materiale. Gli Gnostici associavano il Dio dell’Antico Testamento cristiano a un diabolico creatore che produceva materialismo nel mondo; è intorno a questo monarca corrotto che gli Ebrei hanno formato il loro sistema di credenze. Ed è questa divinità dell’’Antico Testamento’ che Galactus rappresenta.

Lo Gnosticismo ritiene che gli angeli siano manifestazioni del proprio io spirituale e crede nel dualismo radicale, in cui la parte più bassa del sé è solo una grossa illusione e la parte più alta è l’essenza spirituale dell’essere. Norrin Radd scarta il suo sé esterno e illusorio e assume una forma più alta in Silver Surfer.

In teologia, l’araldica è associata al diffondere la parola di Dio. Allo stesso modo, qui, Silver Surfer assume le classiche funzioni del messaggero. Scopre nuovi mondi e annuncia la venuta del suo signore.

Ogni tavola, colore, linea e stile è studiato attentamente per produrre uno specifico impatto. Kirby divenne famoso per aver creato fumetti visivamente audaci. In ‘L’arrivo di Galatus’ c’è una chiara separazione dell’aspettativa che diventa aggressione, che Kirby crea attraverso linee cinetiche. All’inizio, i fumetti usavano malamente le linee che rappresentavano oggetti in movimento, ma poi, con il passare degli anni, queste linee divennero sempre più stilizzate.

Jack Kirby animò i fumetti grazie alle sue linee cinetiche altamente espressive e alle tecniche di rendering uniche – soprattutto quelle usate per rappresentare i crepitii di energia, che i fumettisti ora chiamano ‘Kirby Dots’ o ‘Kirby Krackles’.

Le numerose connotazioni e gli elementi visuali che giacciono dietro alla pioneristica arte di Kirby suggeriscono un atteggiamento accademico nei confronti dei personaggi e della sceneggiatura, creando così pezzi pieni di idee intellettuali e vivida immaginazione. Tutti questi elementi mi portano alla conclusione che durante la missione in Iran del 1979, solo i concept art di Kirby avrebbero potuto essere adatti per una tale operazione e quindi avrebbero dovuto essere utilizzati, o almeno riconosciuti, nel film di Affleck – soprattutto dichiarandosi lui stesso un così grande fan del fumetto e rivendicando di aver mantenuto il più possibile vicini alla verità i principali dettagli del film.

L’Argo di Affleck è eccellente; ma è un peccato vedere adesso, con il suo recente lancio e l’ampia esposizione di quella che fu una eccezionale impresa tra Hollywood e la CIA, che il concept artist – che ha giocato un ruolo da pivot nell’operazione – abbia ricevuto così poco riconoscimento.

Un concept art di Kirby per il film Argo

Un concept art di Kirby per il film Argo

About these ads

2 risposte a “Perché il ruolo di Jack Kirby non è stato riconosciuto nel film Argo di Affleck?

  1. C’è un piccolo errore in un passaggio della traduzione:
    “Alla fine della storia, Galactus si confina sulla terra, proprio come l’angelo caduto.”

    Nell’originale: “Galactus confines him to the Earth”, dove “him” non dà luogo a forma verbale riflessiva ma è riferito sicuramente a Norrin Radd.

    Poi, personalmente, nell’ultimo periodo quel “ruolo da pivot”, pur molto fedele alla forma originale, lo avrei tradotto più semplicemente come “ruolo centrale/cruciale”. Ma magari alla traduttrice piacciono il basket e l’algebra. Soprattutto per l’algebra non posso dire lo stesso. : P

    Bene, smetto di rompere.

    Anzi no, concludo dicendo che il film l’ho trovato tutt’altro che eccellente. M’è sembrato convenzionale, sopravvalutato e in alcuni punti montato in maniera sciatta (e dire che ha vinto un oscar proprio per il montaggio).

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...