Archivi del mese: marzo 2013

“Perché si trovano nella mia testa”: un’intervista a Frederik Peeters

Frederick Peeters è un autore da tenere sott’occhio. Dopo Pachiderma, pubblicato dalla Bao Publishing da noi la sua presenza si è diradata notevolmente e neanche l’onda lunga di un fumetto come Pillole Blu, uno dei pochi fumetti autobiografici a saltare a piè pari il rischio del compiacimento onanistico alla Jeffrey Brown è servito ad attirare l’attenzione sui suoi nuovi lavori. Il suo nuovo ciclo sci-fi Aâma è già al secondo tomo e si prospetta un lavoro di lunga durata: consacrato tra l’altro con il Gran Prix de la Série ad Angoulême 2013.  Come sempre alla lungimirante Bao Publishing va il merito della prossima pubblicazione in Italia

Nel frattempo è uscito un preziosissimo racconto per l’Atrabile, tradotto dalla Self Made Hero in inglese “Château de sable” : una rilettura de L’Angelo Sterminatore di Luis Buñuel su testi di Pierre Oscar Lévy. Questa è la mia traduzione in un’intervista condotta da Erik Buckler. Qui il link originale

Continua a leggere

Le Building Stories di Chris Ware @Galerie Martel

foto di Serena Devillanova

Il 15 marzo presso la Galerie Martel c’è stato il vernissage della personale di Chris Ware. In mostra c’erano tavole del suo ultimo lavoro, il monumentale Building Stories e delle sue opere più famose: da Jimmy Corrigan alle tavole per i suoi Acme Novelty. Per l’occasione non potevamo non essere presenti per scattare qualche foto e mangiare un po’ di formaggio rubandolo a Quimby.

La mostra si chiuderà il 27 Aprile. Sul blog della Galerie Martel trovate altre gallerie dedicate all’evento, nonché delle simpatiche foto al sempre gioviale Chris Ware, the smartest cartoonist on the Earth. T.T.

affiche_chris_ware

l’affiche della mostra

Continua a leggere

Reportage del Festival del fumetto di Lucerna

reportage di Nicoletta Bea

Si è concluso domenica scorsa “Fumetto Internationales Comix – Festival Luzern“, l’importante festival del fumetto di Lucerna. Splendide location, un’attenzione particolare e non scontata agli spazi espositivi, una interessante mostra dedicata a Robert Crumb (di cui abbiamo parlato approfonditamente QUI) e tanti, tanti fumetti, provenienti da tutti il mondo e catalizzatisi attorno alla relativa comic-competion, avente per tema, quest’anno, la giustizia. Di seguito una selezione di foto della fumettista Nicoletta Bea, il cui lavoro è stato selezionato per il concorso di cui sopra.

infopoint

Continua a leggere

L’incal di Jodorowsky e Moebius

di Conte Zarganenko

E’ con vibrante piacere che inizio la mia collaborazione con Conversazioni sul Fumetto. Non ho ritenuto opportuno appesantire questo esordio con un’autopresentazione, ma chi proprio avesse voglia e tempo di conoscere come sono giunto a scrivere di fumetti può leggere questa brevissima premessa.

incal-integrale

Continua a leggere

Ritorno a Berlino, l’ultima storia di Paolo Morales

leStorie

Continua a leggere

Sky doll

Sky Doll, di Alessandro Barbucci e Barbara Canepa.
Bao, 27 euro.

SINOSSI

Un futuro imprecisato. In una galassia dominata da un regime di stampo religioso, largamente basato sull’estetica e sulla liturgia della Chiesa Cattolica, delle bambole senzienti, le Sky Doll, appunto, sono state create per soddisfare, senza il fardello del peccato, quegli istinti che il governo centrale, nella figura della Papessa Lodovica, bolla come peccaminosi. Una di queste bambole del piacere, Noa, sembra però serbare un segreto che potrebbe minare le basi dell’impero.

tumblr_lez6huaqXM1qzklioo1_500

Continua a leggere

BilBolBul 2013 – Tapes’n’Tales: Sharmila Banerjee

di LDWT

Continuiamo lo speciale sul BilBolBul 2013 con un’intervista a Sharmila Banerjee. L’articolo è apparso su Love And Dishwasher Tablets. Il blog nasce dalla passione di tre amici che per alcuni anni hanno condiviso a Bari  esperienze giornalistiche e radiofoniche, il sito esprime la necessità e l’ambizione di raccontare il sincretismo artistico tra musica, video arte, fotografia, illustrazione e pittura. Chiunque associ il suono di Venus in Furs dei Velvet Underground alla pop-art di Warhol, o convenga sul fatto che l’elettronica di Aphex Twin inquieti ancora di più grazie alle visioni di Chris Cunningham, sa che la passione per la musica coinvolge tutti gli altri sensi. Del resto, è la stessa piattaforma virtuale a consentire di ascoltare, guardare, leggere l’artista di volta in volta sotto l’obiettivo dei suoi tre autori. LDWT è pubblicato rigorosamente in inglese per mantenere la più ampia visione possibile. 

Per l’occasione lo staff di LDWT ha tradotto per i lettori di CsF l’articolo. Buona lettura. T.T. 

visitmyhead

Continua a leggere